sabato 28 febbraio 2015

Pre-gara modalita ON

Si respira un aria differente sulle alture di Laigueglia, i preparativi sono quasi giunti al termine e decine di camper posizionati accanto alla zona partenza-arrivo aggiungono pepe ad una competizione già di persè saporitissima che vedrà al via specialisti di ogni età e Regione.
Sono salito verso le 10 ed ho incontrato decine di atleti in fase di ricognizione , chi preparava la bici, chi a piedi studiava le traiettorie chi semplicemente immortalava la splendida giornata con un #selfie , insomma, il popolo della mtb al completo con i suoi colori, il suo fascino ed il suo sguardo di sfida da parte di chi si incontra e che si immagina-spera sia meno preparato di noi che abbiamo dato il massimo preparando questo evento.
Ho fatto come da programma un giretto blando, e solamente l'aggancio di tre atleti del "team bianchi idro drain" mi ha fatto premere sul gas per cercare di capire la loro interpretazione del circuito che è naturalmente risultata veloce e priva di incertezze a conferma di come un atleta vero non abbia alcuna difficoltà su di un percorso sconosciuto ad essere rapidissimo sin dalle prime tornate.
Tantissimi i ragazzi e ragazzi giovani in ricognizione , sia da soli, che accompagnati da alcuni adulti pronti e dispensare consigli per come affrontare i tratti meno amichevoli e tecnici che fanno parte della nostra morfolia territoriale .
Ho visto davvero tanta gente sorridente e felice di essere protagonista di questa due giorni dal clima temperato a dagli animi caldi come si conviene ad una gara che a mio avviso ha davvero i numeri per essere un punto di riferimento Nazionale ed anche oltre , tutto è organizzato al meglio con una struttura ricettiva davvero adatta al nostro amatissimo sport ed una location da favola dalla quale a nord si vede la neve ed a sud il mare in una situazione davvero suggestiva ed unica.

Sgambata di ricognizione

Impossibile rimanere fermo per me che amo la Mtb.
Approfitterò dunque di questa sabato mattina per effettuare un giretto sul percorso di gara per controllare le condizioni del terreno e per testare il mio livello di preparazione.
Dopodiché la giornata proseguirà con una sgambata su strada per sciogliere la muscolatura mettendo anche in cascina qualche chilometro in vista ovviamente anche delle competizioni future e soprattuto della Granfondo che tra solo 15 giorni mi vedrà impegnato sulle strade di casa per più di due ore a ritmo altissimo e per la quale non basta di certo allenarsi per un oretta... 
Dunque alle ore 10 via a questa giornata ricca di tensione pre-gara...ma che bello però...

venerdì 27 febbraio 2015

Dettagli pre-competizione

Lavori di routine sulla bici con una bella pulizia generale, la definizione dell assetto , la scelta di gomme e pressioni, il rabbocco di liquido ed una controllata generale con dinamometrica alla bulloneria per una partenza senza sorprese.
Manterrò l'accoppiata Racing Ralph anteriore e thunder burt posteriore con pressioni rispettivamente di 1.55bar e 1.70bar alzando leggermente dunque quella dietro come da prove fatte per scongiurare ad alta velocità l' impatto del cerchio a terra sulle acuminate pietre dei tratti di discesa, Lefty a 100psi,e 
50cc di notubes a gomma.
Sta anche pianificando la condotta di gara che risulta sempre utile pensare per tempo scegliendo anche le zone adatte per rifornirsi e la possibilità di gareggiare anche senza borraccia beneficiando della zona tecnica per bere visto che avrò un supporto e che dunque potrei non portare a spasso un inutile balzello.
Scelta invece già fatta per l'abbigliamento che sarà rigorosamente "estivo" senza alcuna maglia intima per mantenere fresco il "motore" visto che ci sarà da viaggiare sempre al limite , e non vogli di certo incorrere in un colpo di calore ... La gara è gara e va dato il massimo!!
Si intuisce dunque che sono molto "caldo"... Bene bene.. Non vedo l'ora di sentire lo sparo dello start!
Appuntamento a Domenica e tifate per me...!! 

giovedì 26 febbraio 2015

Percorso XC Trofeo Laigueglia Mountain Classic 2015

A gentile richiesta cercherò di descrivere e spiegare il tracciato che dovrete/dovrò affrontare Domenica mattina.

Le operazioni di partenza si svolgono al campo sportivo ed il via viene dato su di un corto tratto di pianura che lascia subito spazio ad un tratto di asfalto anche lui molto breve che finisce con una curva a sinistra molto "secca" che sarà utile affrontare piuttosto davanti.
Da qui inizia uno sterrato dal fondo non del tutto perfetto e condito da sei curve in successione che rendono l'ascesa non del tutto semplice ,soprattutto in condizione di traffico gara in partenza , dove tutti cercheranno di tenere le ruote davanti facendoci rischiare anche il "piede a terra"andando a perdere secondi irrecuperabili.
Ora dinnanzi a noi il panorama si amplia e la strada spiana leggermente in un tratto veloce dove poter sorpassare o tirare il fiato a seconda della condizione, il fondo risulta regolare e le difficoltà nulle, pochi metri ancora e la strada si impenna diventando insidiosa a livello di fondo è di pendenza che seppur breve chiama di alzarci in piedi per non lasciare spazio ad attacchi, perché terminati i primi 50 metri di salitella ed i successivi 50 di discesa, la strada lascia spazio ad uno stretto sentiero denominato "strappetto della verità" caratterizzato da molte pietre fisse e da alcuni passaggi non del tutto semplici che ci porteranno al punto più alto del percorso con più di un grattacapo, qua il cuore sarà sicuramente a 1000, e dunque la successiva discesa seppur inizialmente semplice, non andrà affatto sottovalutata.
Si comincia dunque a scendere facile su strada larga , però per poco tratto perché un primo single-trak già richiede guida e precisione e ci riporterà ad un nuovo allargamento stradale ma questa volta ricco di pietre sul quale risulterà difficile mantenere una traiettoria pulita per rischiare il meno possibile.
Di qua a breve , dopo un ulteriore restringimento, si curva secco a sinistra imboccando un sentiero veloce ma insidiosissimo ricco di pietre fisse ,canalette e cambi di direzione e che richiede occhi aperti ,tecnica e nervi saldi, chiude poi nel finale con un tornante stretto verso destra che richiede maestria e tecnica perché perdere secondi preziosi in questo frangente è un attimo.
Ora la strada torna a salire in un sentiero stretto , tortuoso ed a tratti ricco di rocce fisse che un minimo di ansia lo mettono, sono questa l'antipasto verso tre strappi che di qua a breve mettere no a dura prova le gambe "frullate" dalla discesa.
Il primo si fa quasi di slancio con pochi problemi, mentre già il secondo non sarà semplice visto che prima di esso una piccola sorgente ha creato un bel po' di fango ,e dunque ci sarà da sudare con le ruote sporche a non slittare sulla roccia liscia che a metà ci ricorda che siamo in mtb e non per funghi..
Terzo valico anche lui non semplice con un piccolo canale centrale con alcune pietre piantate propio nel mezzo a rovinare la traiettoria , e dunque servirà mestiere e fiato per non procedere a piedi.
La strada ora spiana e ci porta verso la zona di assistenza piazzata proprio prima dello strappo più insidioso del giro che una volta svoltato a destra si presenterà ai nostri occhi come un "muro".
Adesso ci si deve alzare in piedi e dare fondo a tutte le energie perché di "gomma" non si sale, ci vuole coraggio e potenza , tratto dritto, curva, ancora dritto , curva , sale ancora...non semplice... Oltretutto appena terminato, si procede avanti per dieci metri e poi si torna indietro di colpo per affrontare il temuto "Rock Garden" costellato di pietre fisse assolutamente non facile in condizione di affanno.
Terminato il pezzo più tecnico del giro ora si scende veloci in un falsopiano a tratti interrotto da tratti più lenti ed insidiosi , ed una volta giunti al fondo si gira a destra imboccando la "salita del boschetto" che dopo un inizio tortuoso ci riporterà in alto non senza grattacapi visto che il fondo non risulta affatto scorrevole.
Fortunatamente verso la fine spiana un pochino facendoci tirare il fiato e magari bere ...
Ora arrivati alla sommità , la strada si allarga portandoci verso il campo sportivo non prima però di essere passati su di un suggestivo pontino artificiale seguito da un saliscendi in mezzo agli a alberi ed una picchiata finale non priva di difficoltà in un ulteriore sentiero ligure non definibile come una passeggiata, condito di piccoli "drop", sassi e curve dall aspetto non proprio amichevole...
Curva e contro curva, ed eccoci finalmente transitare nel campo sportivo dove un fettucciato ci porterà a transitare sotto lo striscione di arrivo chiudendo un giro ricco di emozioni e di cambi di ritmo repentini in uno dei cross country più belli di sempre.

martedì 24 febbraio 2015

Un Martedì da incorniciare !

Uscita pomeridiana inaspettata quella di oggi, ho preso la palla al balzo e sono saltato in sella verso il circuito di XC di Laigueglia che oramai funziona da palestra personale.
Già dalle prime pedalate ho capito che la giornata sarebbe stata molto positiva, ed infatti sia sulla salita di asfalto iniziale che all imboccare del giro in fuoristrada, le gambe parevano girare a vuoto con fatica quasi nulla ed una tonicità impressionante, ho cosi forzato la mano , ma solo in uno dei quattro giri previsti, andando ad abbassare il tempo di quasi un minuto !! In un susseguirsi di emozioni ,provando finalmente l'ebrezza di andare forte ( in base ai miei parametri) .
È andato tutto molto bene, ed il pensiero è sempre più rivolto alla gara di Domenica sperando di essere ancora in forma come oggi.
Il lavoro dunque comincia a pagare, e solo adesso un buon recupero mi porterà tonico allo sparo dello starter che sarà alle 12.45 in un orario molto molto favorevole, insomma, i presupposti ci sono tutti , speriamo in bene....

Calf leg Compressport in arrivo !

Con un acquisto "lampo" : ordinati ieri alle 12,38, ed in consegna già oggi ( da RC ) , grazie ad un negoziante che sa Il fatto suo e che lavora con grande professionalità , ecco che già questa sera potrò beneficiare delle qualità di recupero ( chissà poi per quale allenamento, visto che non vado in bici , hihihihihihhiii....) dei gambaletti Compressport testati la scorsa settimana.
Ricordo a chi non ne fosse a conoscenza che nell attività ciclistica sono Vietati perché a norma UCI risultano come "doping", e dunque in caso di giudice minuzioso o di ricorso da parte di un atleta , si potrà incorrere in sanzioni utilizzandoli durante una competizione .
Io non so ancora se intenderò usarli in gara , ma sicuramente li proverò in allenamento e li userò alla fine delle fatiche ed a fine giornata a casa per un recupero post giornata trascorsa in piedi.
Nulla mi vieterà oltretutto di indossarli durante il giorno o magari durante la guida, insomma, ora arriveranno e l'intenzione è quella di utilizzarli, poi vedrò il reale beneficio, anche se mi hanno fatto un ottima impressione fin da subito e li ritengo validi al punto di comperarli subito.

lunedì 23 febbraio 2015

Soprassiedo

Oggi ero in procinto di procedere con gli upgrade in vista delle gare più importanti della stagione, al momento di smontare il tutto però mi sono fermato un attimo prendendo la saggia decisione di rimandare tutto ad un periodo meno delicato per fare delle prove.
Al momento mi trovo molto bene e non ho alcun problema, e dunque andare a toccare un equilibrio perfetto potrebbe provocare un inaspettato effetto con il quale non voglio fare i conti proprio adesso .
Rimane dunque tutto al suo posto, grammi compresi, con un occhio attento più che altro alla mia preparazione che spero di riuscire a "mantenere " con un paio di sere in settimana facendo uscite brevi che possano quantomeno tenere sveglia la muscolatura in vista della gara alla quale tengo di più.
Immagino già che ci sarà da soffrire oltremisura, ma spero come lo scorso anno di risultare comunque incisivo portando a casa un buon risultato , le previsioni meteo promettono sole e temperature miti che spero favoriscano la buona riuscita.

domenica 22 febbraio 2015

Stanchezza portami via.

Domenica poco produttiva condizionata da un forte vento ed una spossatezza generale che a tratti mi ha fatto venire voglia di tornare a casa.
Ho pedalato davvero piano e con la sensazione di essere davvero "spompato" ed ho dunque messo un freno agli entusiasmi riuscendo solamente a macinare qualche chilometro in spensieratezza lasciando che il vento facesse di me cosa volesse.
Ora fortunatamente mi attende una settimana intera di riposo nella quale spero di recuperare cuore e gambe per un prossimo fine settimana su di giri.

sabato 21 febbraio 2015

Sabato in Famiglia

Nessuna uscita in bici in questo Sabato piovoso e freddo.
Ho colto l'occasione per fare una gita fuori porta con la famiglia, non è però mancato il supporto ciclistico perché sono riuscito a visitare un paio di negozi Francesi nei quali ho trovato una chiara impronta enduristica e freeride con poco spazio dedicato alla disciplina Regina quale è l' XC.
Nessun acquisto dunque è spazio solo al relax.

venerdì 20 febbraio 2015

Un passo dopo l'altro

Fortunosa uscita serale.
oggi verso le 16 sono riuscito ad inforcare la bici per un uscita abbastanza su di giri che mi ha portato a testare il circuito della gara XC del primo Marzo.
Ho compiuto tre tornate cercando di guidare il più fluido possibile Trovando a tratti anche una buona condizione di spinta a segnale che la gamba comincia a girare e che i tempi per fare bene sono maturi, manca ancora ovviamente del lavoro, ma per essere all inizio, se va cosi, non posso di certo lamentarmi visto che riesco ad essere abbastanza incisivo.
Purtroppo mi manca ancora un pochino di resistenza perché riesco a difendermi bene sugli strappi ma non dove serve fare ritmo e velocità, e questo determina ancora uno svantaggio evidente che ovviamente cercherò di colmare con il prosequo della preparazione che , a quanto appurato, ha beneficiato delle noiose uscite stradali.
Sul Fronte bici invece nessuna novità , tutto funziona bene e nessuna modifica al momento pare fare reale breccia nel mio cuore, serve essere preparato fisicamente ....tutto qua.

giovedì 19 febbraio 2015

Test "statico" Calf Leg Compressport

Grazie all amico Lorenzo, che me le ha prestate ,ho potuto testare questo pomeriggio-sera le calze Compressport per il polpaccio .
Alla vista paiono delle semplici calze, ma dopo una attenta controllata si capisce subito che si tratta di un materiale differente, sono decisamente resistenti , ed infilarle necessità di un minimo di "mestiere" , ed una volta indossate si sente realmente comprimere sulla muscolatura donando una strana sensazione immediata di tonicità.
Le ho tenute indosso per circa quattro ore nelle quali ho anche fatto un giretto con il cane simulando una serata classica e godendo a mio avviso di una buona sensazione generale di gambe meno gonfie e di un reale sostegno che direi favorisca veramente il recupero.
Certamente non avviene un miracolo, ma credo che con una certa quotidianità possano realmente essere di aiuto soprattutto a chi come me , passa gran parte delle giornata in piedi.
Mi manca la prova in sella che a questo punto effettuerò con quelli di mia proprietà per non approfittare troppo della gentilezza del mio amico.
Immagino comunque che anche un prodotto "sottomarca" possa svolgere la medesima funzione, ma per essere sicuro di taglia da comperare e di funzionalità , prenderò questi che mi sono piaciuti anche a livello di qualità.

mercoledì 18 febbraio 2015

"Salta" la seconda....

Purtroppo Domenica prossima al 99% non sarò presente alla seconda Gara XC della stagione.
Problemi Familiari limitano il mio tempo a disposizione, ed una trasferta,seppur non troppo lontana, mi terrebbe occupato tutta la mattina con problemi di gestione della prole.
Tutto dunque è rinviato al primo Marzo alla gara di casa, e dunque sfrutterò il week-end per crescere ancora di condizione , almeno spero...

Si riprova la "flow" spellata

Come accennato nel precedente post, sto per rimontare una versione "light" del reparto sella-reggisella , sarà della partita una SLr Carbon flow che abbinata al reggisella kcnc mi consentirà un abbassamento di peso nell ordine dei 200grammi.
Con la sella in questione dovrei anche avere un minimo confort trattandosi della versione con foro e dunque particolarmente scarica nella parte centrale.
L'ultima parola spetta ai test che se sarò fortunato cominceranno già nel week-end.

lunedì 16 febbraio 2015

Step evolutivo pre competizioni

Sono in procinto di rimontare anche all anteriore la gomma Thunder Burt.
Questo per riuscire a recuperare ancora un minimo di scorrevolezza in vista delle prossime gare nelle quali dovrò cercare ogni espediente per risultare competitivo, so che pagherò un pochino in discesa , ma chiaramente il gap da colmare , soprattutto in ottica della Granfondo di Alassio, è in salita , e dunque dovrò abituarmi a questo minor feeling per limitare i danni.
Mi pare di poter "limare" anche qualche grammo che non guasta mai , ed ho anche in mente un nuovo test con una nuova sella che dovrebbe contribuire alla buona causa, ma uno step alla volta.... Ora si riparte con la gomma , poi si vedrà...
Il tutto ovviamente è mirato ad avere nuovi stimoli e nuove sensazioni che sono il pane quotidiano per noi "Brothers" ;-)

domenica 15 febbraio 2015

90km in due giorni

Situazione meteo piovosa e dunque relative uscite di "soccorso" per non rimanere al palo cercando ugualmente di mettere su condizione utilizzando il bitume come risorsa.
Sia sabato che domenica dunque ho pedalato sulle strade che portano verso Sud privilegiando il gesto atletico,facendo girare la gamba, ed effettuando alcune progressioni senza mai esagerare, devo ammettere che tutto ciò mi ha fatto bene, anche se è stato terribilmente noioso e ripetitivo.
In settimana cercherò di essere operativo almeno due sere per preparare al meglio la gara di Domenica che al solito si preannuncia difficile e decisamente "tirata", l'obiettivo è di fare bene, e dunque devo essere attento a non sgarrare curando anche l'alimentazione in settimana.
Ho anche in mente una modifica tecnica sulla bici per ricercare ancora un piccolo vantaggio e limitare il gap con la concorrenza.

XC Champs - Rotorua Bike Festival - Day One from John Colthorpe / / EIVOMEDIA on Vimeo.

sabato 14 febbraio 2015

Compressport R2 Race & Recovery

"Gambaletti" gara e recupero che nascono principalmente per l'attività di running e trail ma che hanno cominciato ad incuriosirmi anche per l'utilizzo in mtb.
Donano sensazione di tonicità muscolare, favoriscono il ritorno sanguinio e alleviano le vibrazioni dei polpacci in fase di discesa e non ultimo a me piacciono....
Li ho visti indossati (un altro marchio) la prima volta in gara Domenica, e li ho trovati subito bruttini....poi dopo una attenta analisi ho cominciato ad apprezzarli approfondendo anche l'utilizzo anche post-allenamento , magari in casa o durante lunghe sessioni in piedi , non ultimo sono disponibili anche in "verde acido" Cannondale , anche se io li prenderò neri per avere un buon abbinamento con la divisa della squadra e quella del Light Brothers.
Prezzo non "popolare" intorno ai 35€ spediti su ebay, ma mi sembra una spesa sensata ed utile...

giovedì 12 febbraio 2015

1 ora e diciotto

Serata fortunata quella di ieri con un ora abbondante di libertà nella quale ho cercato di recuperare attivamente senza forzare la mano.
Obiettivamente non ho avuto una buona sensazione guidando anche a tratti in modo disordinato e con poca fluidità che direi sia tipica di una situazione di poca freschezza, mi sono comunque divertito mettendo in cascina un pochino di fieno anche in vista del week-end dichiarato piovoso dal meteo che forse mi costringerà ad un ulteriore stop forzato che tanto bene non penso mi farà...
Intanto le giornate si allungano....insieme alla speranza...

mercoledì 11 febbraio 2015

Assetto perfetto al 99%

Essere al 100% è impossibile, perché qualche cosa da migliorare c'è sempre, ma comunque ho avuto ancora riscontri molto positivi dalla bici che è risultata anche in gara affidabile e perfetta in ogni frangente, tanto da farmi prendere il via senza alcun ammennicolo per eventuali forature o problemi.
La Lefty rimane a 100psi mentre le gomme ,anteriore racing ralph 2.25 e posteriore thunder burt 2.25 ,
Sono gonfiate rispettivamente a 1.55bar e 1.68bar risultando scorrevoli ed aderenti quanto basta.
Per il resto nessun segreto e nessuna formula magica, con una bici oramai praticamente originale che mi dona una bella sensazione di solidità che non provavo da tempo, sono davvero molto soddisfatto.

martedì 10 febbraio 2015

Con la testa al 22...

Chiusa la "prima", comincio a pensare alla prossima gara che si svolgerà il 22 di Febbraio nei pressi di "Pontedassio".
Si tratta di un classico XC a giri che presenta alcune difficoltà legate al territorio impervio e brullo che caratterizza la zona, l'ultima edizione alla quale ho partecipato, ricordo di essere andato abbastanza bene, e visto che poi la Domenica dopo sarò impegnato sul circuito di "casa", potrei sfruttare questa competizione per abituarmi al ritmo gara.
Il rovescio della medaglia potrebbe risultare essere il fatto di non poter fare tanto chilometraggio , in vista poi della Granfondo del 15 Marzo che a questo punto risulta più vicino che mai, valuterò ancora, anche in funzione del fatto che le giornate lentamente si stiano allungando mettendomi in condizione di poter effettuare alcune valide sortite serali .
Ed a proposito di Granfondo, in questo week-end vorrei proprio testare il tracciato per rinfrescare la memoria sulle fatiche da compiere di qua a breve...invece, impegni permettendo, nella giornata di Sabato potrei effettuare un "lungo" andando in sella sino a Pontedassio a vedere il percorso Cross country...sarebbe una buona cosa...vedremo, l'intenzione c'è....

lunedì 9 febbraio 2015

È tempo di pulire...

Terminata la fatica , è stato oggi tempo di pulire la bici che ieri ho piuttosto maltrattato con guadi, pozze di fango e polvere in un micidiale mix adesivo che ha ricoperto ogni singolo centimetro.
Ieri la situazione mi sembrava meno complicata , ma questo pomeriggio mi ci sono volute circa due ore per cominciare ad avere la meglio sulla morchia facendo attenzione a non bagnare direttamente con il getto per salvaguardare ruotismi e cuscinetti.
Tanto olio di gomito ed una buona dose di WD40 che tanto piace all amico Mattia , per compiere una "sterilizzazione" in attesa della prossima uscita che spero sarà prima di sabato.


domenica 8 febbraio 2015

Meglio del previsto...

Resoconto prima gara XC dell' Anno...
Ieri sera mi sono volutamente ritirato presto per cercare di recuperare un sabato in sella forse fin troppo spudorato che però ho volutamente sfruttare anche in ottica futura.
Questa mattina dunque la sveglia alle 7.30 non mi è pesata più di tanto , ed una colazione come al solito ha dato il via ai preparativi pre agonistici, l'intenzione era quella di recarmi sul posto in bici, ma la temperatura di soli 4 gradi ha per un attimo scosso la mia mente facendomi prendere in mano le chiavi dell auto.
La mia caparbietà però ha avuto il sopravvento, e dunque verso le 9 ho inforcato la bici, salutato i famigliari dirigendomi di buona lena verso il ritrovo....ad Albenga la temperatura segnava 1 grado, ma essendo ben coperto e con una buona dose di adrenalina, non ho patito più di molto trovando supporto anche nel caldo sole.
Giunto a destinazione ho trovato i soliti amici di sempre ed alcuni visi nuovi pronti ad aprire le danze, che per noi hanno avuto inizio alle 11,30 dopo un riscaldamento blando dalle sensazioni oscure....
Ho come al solito cercato una buona posizione al via , scattando di buona lena alla mossa della bandiera a scacchi che ha portato subito il cuore a mille in una frenetica rincorsa di una posizione di prim'ordine per affrontare i sentieri iniziali senza intoppi.
Visto il buon livello del parterre , ho volutamente tenuto a freno l'entusiasmo per non incorrere in un fuorigiri-fuori luogo vista la scarsa preparazione, ed ho proceduto con il mio passo riuscendo ad inforcare il tratto insidioso intorno alla ventesima posizione senza subire alcun rallentamento e nessun intoppo, ho dunque proseguito a ruota il primo giro, inforcando il secondo anello con sensazioni ottime ed una gamba decisamente tonica frenata solamente dalla testa memore di "esplosioni" dietro l'angolo , e nelle quali non volevo decisamente incappare.
Secondo giro nel quale si affrontava per la prima tornata il "gasdotto", temuta asperità di giornata dove  "tirare i remi in barca" risulta più facile del previsto e dunque nessuna accelerazione o tentativo di sorpasso è stato messo in atto preservando le energie per i successivi sali-scendi che mi hanno solamente permesso di mantenere salda la posizione.
Buona prestazione dunque in discesa con una bici perfetta ed una condotta accorta ma veloce che mi ha rapidamente condotto al terzo e penultimo giro con ancora "birra" in corpo , tanta da inserire la freccia ed osare il più possibile portandomi intorno alla quindicesima posizione assoluta ed a vedere il folto gruppetto che mi precedeva proprio sull irta ascesa che ho affrontato con il coltello fra i denti ,senza però aver ragione di alcuno.
Ovviamente chiedere di più sarebbe stato troppo, e dunque facendo tesoro dell esperienza ho rimandato tutto all ultimo giro nella speranza vana di avere ancora energie da spendere, energie che invece ho dovuto spendere in un tratto centrale da fare a spinta che mi ha spremuto più del dovuto facendomi cedere le armi ed un paio di posizioni per non "saltare" in vista del terzo gasdotto ....il più temuto...
A questo unto l'ora di gara era quasi passata, ed il calo fisico imminente, e dunque pedalando al massimo dei massimi l'asfalto centrale, ho passato momenti di fatica vera sulla maledettissima collina del disonore , cominciando ad avere vedute mistiche fantozziane e temendo il peggio per il finale..
Grazie al cielo però sono riuscito a barcamenarmi per il resto della fatica, nascondendomi in salita e scappando in discesa giungendo al traguardo privo di energie ma contento di avere dato il massimo!
17mo assoluto e terzo di categoria in una buonissima ed inaspettata Domenica.
Sono dunque davvero felice e soddisfatto, ed analizzando la corsa direi di non aver sbagliato nulla, la bici è stata impeccabile e sono riuscito a divertirmi....meglio di così...!!!

sabato 7 febbraio 2015

Prove tecniche di XC

Mattinata di prove sul tracciato di gara che domani mi vedrà impegnato in un esordio tutt'altro che semplice.
Purtroppo la gara sarà più dura del solito perché ben poca condizione ho portato a passeggio questa mattina con una gamba sufficiente nel "misto" ma poco incisiva sul pedalato dove il distacco lo si potrà calcolare con il calendario...
Ho effettuato un Lancio più due giri "pieni" riuscendo ad essere pungente in discesa, ma ben poco efficace nei tratti duri cercando solamente di limitare i danni e portare a termine il calvario riuscendo comunque a non essere completamente fermo , con il solo dubbio legato alla tenuta dei quattro giri in programma che dovrò ben gestire con testa e poca foga soprattutto nel lancio che risulta lungo e ben strutturato per "cuocersi".
Il vento gelido non mi ha comunque aiutato e dunque un barlume di speranza rimane acceso , perché la testa pensa in grande, mentre le gambe no... Vedremo... Bastano solo tre parole ...sole...cuore...fortuna...

venerdì 6 febbraio 2015

1h e 30 minuti di vento e gelo

Primo pomeriggio in sella quello di oggi con un uscita piuttosto sofferta ed invernale durante la quale più che la forma ho preso del freddo !!
Ho comunque stretto i denti affrontando alcuni tratti verso "Nord" che cominciano ad essere puliti in vista della Granfondo del Muretto di Alassio in scena a metà marzo e che dunque dovrò cominciare a solcare per prendere confidenza con il durissimo fondo che si presenta ora dopo il maltempo dei mesi passati.
Non avuto buonissime sensazioni, ad anche la guida in discesa non mi ha entusiasmato un granché, ma comunque sono riuscito a divertirmi cercando di replicare domattina quando andrò a testare il percorso di "Campochiesa" che Domenica sarà teatro della prima gara stagionale.
La bici ha come al solito funzionato alla perfezione con i freni che cominciano a mordere a dovere dopo il periodo di rodaggio compito oggi, per il resto rimane un "nulla da segnalare".

giovedì 5 febbraio 2015

Chiaccherata con il DS.

Ho telefonato al Direttore Sportivo ,nonché amico Alessandro, per definire i programmi stagionali e le iscrizioni alle varie gare locali.
Abbiamo discusso anche degli eventuali campionati italiani di specialità e della Coppa Del Mondo Master che si svolgerà quest'anno ad Andorra e che come esperienza non mi dispiacerebbe fare...
Ovviamente al momento sono più fermo di una statua di sale, e tra il dire ed il fare c'è sempre di mezzo il mare, ma sognare e progettare costa poco e dunque....
Comunque sia domenica mattina verso le ore 12 partirà la nuova stagione , ed in forma oppure no, ci sarà da sudare, e questa rimane l'unica certezza !!

mercoledì 4 febbraio 2015

Sei gradi...brrrrrr...

Uscita serale "furtiva" quella di ieri ad un orario impossibile , 16.45, ed un freddo polare con un vento gelido misto a pioggerella .
Poco più di un ora per mettere una goccia di condizione in un lago di sedentarietà nella speranza quantomeno di togliere la patina di ruggine superficiale.
Ho colto l'occasione e sono partito anche per rodare pastiglie e disco posteriore nuovo che , per completare l'opera, mi ha fatto procedere con la ruota palesemente frenata in uno sforzo serale disumano.
Rientro a casa dunque con intervento meccanico risolutore e con una buona dose di gelo nelle ossa con l'ulteriore conferma di avere nella maglia intima a "rete" l'unico alleato per il clima rigido , mentre le altre soluzioni (provato ieri sera) continuano a non trovare riscontri positivi.
Spero di replicare almeno ancora una volta, anche se il divertimento è ben altro....

domenica 1 febbraio 2015

Non contate su di me

Non voglio piangermi addosso, ma con un altro week-end trascorso a zero chilometri , proprio a ridosso della prima gara di stagione, comincio ad alzare bandiera bianca mettendo le mani avanti su di una competizione che vivrò più come un allenamento "veloce" che come una sfida .
Nessun miracolo in vista e nessu aiuto a salvarmi da questa probabile agonia che non credo di riuscire ad affievolire con improbabili sortite serali, anche per via di un clima in rapido cambiamento che probabilmente rovinerà ancor più il mio già fragile equilibrio.... Solo una buona dose di incoscienza mi può tenere in gioco...fossi coerente rimarrei di sicuro a casa !!

Procedo

Continuo con discreta regolarità gli allenamenti alternando come sempre uscite redditizie ad altre meno felici, affrontando comunque questa ...