lunedì 31 marzo 2014

È arrivato il momento di cambiare marcia

L'ora legale è arrivata e con lei comincerà finalmente il MIO momento di pedalare per poter combattere ad armi pari con chi sostituisce il proprio lavoro con la bici.
Ho molto da lavorare per eliminare la ruggine che ancora attanaglia le mie articolazioni e per eliminare qualche chilo di troppo che tiene a freno il mio brio soprattutto in partenza dove il mio gap è ancora grande ed il passo decisamente poco incisivo.
Penso dunque già domani sera di mettermi al lavoro con le prime due ore di allenamento nelle quali cominciare a mettere fieno in cascina in vista delle gare future che disputerò nel mese di maggio a gambe belle calde.

domenica 30 marzo 2014

Cipressa 2014, è andata ...!

Comunque sia andata sono soddisfatto, un terzo di categoria ed un 11* assoluto su circa 40 partenti è il risultato di oggi.
Mi sono volutamente svegliato presto per poter giungere in località "Cipressa" di buon ora e poter provare il percorso che a detta di tutti sarebbe stato splendido, infatti ho trovato circa 7km di sentiero ben segnalato, pulito e discretamente tecnico con il quale avrei potuto lottare da li a breve.
Ho proseguito dunque il riscaldamento cercando di portare in temperatura il motore che però al via si è rivelato ingolfato e privo di potenza in una delle partenze più disastrose di sempre, senza paura ho così scalato marcia rimanendo un attimo in balia del vento subendo alcuni sorpassi e vedendo andare via il gruppo dei più forti, senza perdermi di animo ho risalito la china giocando forte in discesa dove fortunatamente ho colmato un pochino di gap presentandomi al secondo giro più pimpante ed in corsia di sorpasso, purtroppo però rientrare da dietro non è facile e dunque nonostante gli sforzi ho fatto il possibile anche in virtù della mia condizione giocando di esperienza e limando secondi in ogni dove, terzo giro in solitaria dunque con una discesa finale a rotta di collo che mi ha portato a ridosso dell amico neo papà Marco Termine del quale però non ho avuto la meglio per alcuni secondi, ma va benissimo così, percorso bellissimo e condizione niente male che ben mi fa sperare per il futuro.

Ed ora cosa ha funzionato e cosa no :

Ha funzionato,la sveglia...passando all ora legale avevo paura di fare tardi ed ho impostato 4 cellulari che hanno suonato alle 6 in punto svegliando anche il pupo tra le urla della mia dolce metà.
La colazione, tutto come al solito e dunque tutto bene.
La bici, impeccabile come al solito si è fatta maltrattare senza problemi dandomi infinite soddisfazioni.
L'abbigliamento , vestito poco come al solito ho goduto di una bella ventilazione procedendo a petto nudo alla "Paola pezzo".
L'idratazione , nonostante il percorso non lo permettesse ho comunque bevuto 600cc di acqua rimanendo ben idratato e prevenendo i crampi che in tali situazioni sono sempre in agguato, poca condizione e percorso duro non sono facili da gestire.

Cosa no:

La partenza, come scritto in precedenza ho patito come non mai ritrovandomi molto indietro ed affannato come uno scolaretto in ritardo.
......direi solo questo.....
Per finire un grazie a Stefano Brugnola per le splendide foto.

sabato 29 marzo 2014

...come se non ci fosse un domani....

Andatura piuttosto elevata quella di oggi con momenti davvero adrenalinici nei quali ho guidato oltre misura lasciandomi prendere dall entusiasmo tra gli stretti sentieri delle creste Andoresi.
Mi sono risparmiato in salita optando per un ascesa su asfalto e limitando lo sforzo solo sulle micidiali rampe di Conna dove a "colpi di 36" sono salito agevolmente senza tutti quei problemi che si fanno i più, mulinando senza problemi i miei rapporti con i quali ho raggiunto un feeling eccezionale , ho dunque proseguito di buona lena aumentano il passo con il passare dei chilometri dando una sveglia alle gambe per la giornata di domani nella quale non mi dispiacerebbe fare bene.
Ho poi forzato il ritmo sulle alture di Cervo procedendo in discesa come non ci fosse un domani dando fondo alle mie doti di guida e conducendo al limite, ed anche oltre, la mia fida flash che come al solito non ha tradito le aspettative donandomi ancora immense soddisfazioni. Che bella giornata.

venerdì 28 marzo 2014

Ready to race

Il fine settimana si avvicina e la voglia di pedalare aumenta.
Anche il tempo sembra essersi stabilizzato e la comparsa del sole accompagnato da una temperatura più mite mettono in moto la mia voglia di gareggiare mettendomi in testa di partecipare alla "Cipressa Cup" di Domenica.
Sarà il solito cross country dal solito buon sapore che tanto mi piace e per il quale sono disposto a svegliarmi all alba caricando la bici in macchina per rivedere dunque vecchi e nuovi amici e condividere con loro le gioie ed i dolori di una competizione.
La preparazione è discreta, e se il sole avrà il sopravvento sulle nuvole cercherò di condurre una buona gara nella ricerca di un buon piazzamento almeno di categoria, bene, sono pronto.

mercoledì 26 marzo 2014

Difficile interpretazione

Uscita in bici oggi con circa due ore di pedalato ad un buon ritmo e con una perfetta e veloce conduzione della bici in discesa che dopo tre anni di utilizzo ancora riesce a stupirmi in quanto a bontà del progetto, quando la condizione cresce ed il fisico risponde, condurla tra le pietre risulta un gioco da ragazzi, e con la confidenza che ho preso con il tempo riesco a capire ogni singola risposta ed ad anticipare ogni risposta, davvero eccellente questa Flash molto ma molto equilibrata ed a suo agio nel fuoristrada severo delle mie colline.
Discorso strano invece quello legato alla condizione fisica che come sempre rimane piuttosto misteriosa : esco e subito mi sento uno straccio....passano i primi minuti e credo di essere il Nino di Alassio....la strada cambia pendenza e mi ritrovo a remare come un gozzo che imbarca acqua...bevo, mi riprendo un momento e mi riaccendo come uno sbarbatello in un sexy shop tornando a mulinare rapporti impossibili e sentendomi il Cancellara del percorso Verde.....insomma, un uscita a singhiozzo al pari di un vespino che sta entrando in riserva con luci ed ombre che non chiariscono la mia posizione e che lasciano molti dubbi sulla mia reale forza....comunque sia, mi sono divertito....e spero di pedalare ancora magari venerdì sera.

domenica 23 marzo 2014

Niente gara, e menomale !

Fortunatamente ho deciso di non gareggiare e dico questo perché ieri nel giro mattutino proprio non c'è stato verso di andare avanti ! ... La stanchezza ed il mal di gambe hanno preso il sopravvento ed ho dovuto ripiegare per un giro stradale di un paio d'ore dove ho rimediato solamente sorpassi e saluti da ogni tipo di pensionato diretto verso i capi in attesa della Milano-Sanremo.
Ora la settimana dovrebbe portare consiglio e farmi decidere se attaccare il numero domenica prossima alla bella gara di "Cipressa" dove vorrei tornare a combattere, certo che se la gamba non girerà passerò ancora una volta la giornata in famiglia in attesa di tempi migliori....ed intanto nella testa comincia a farsi spazio l'idea di partecipare alla Granfondo di Celestino....vedremo...un obiettivo in più stimola anima e corpo.

sabato 22 marzo 2014

Sabbü

Uscita mattutina intensa di circa due ore che ha messo in evidenza la mia situazione attuale che mi vede un momentino provato.
Poco tempo per recuperare e poche uscite sono difficili da gestire , ma questo si sa, infatti ho deciso anche di annullare la mia partecipazione alla gara di Domenica preferendo un riposo attivo con nuovamente un paio d'ore in sella nelle mie zone ad andatura "controllata" che spero. I permetta di divertirmi senza esagerare.
Purtroppo adesso piove spero di non dover ripiegare su di un uscita stradale sulle strade che nel pomeriggio vedranno protagonisti i ragazzi della Milano-Sanremo .
E la bici ? Tutto perfetto , assetto compreso che mi lascia guidare con disinvoltura curandomi solamente di pedalare al meglio, sono molto soddisfatto .

giovedì 20 marzo 2014

Bene. ..

Serata in sella come da previsione con al attivo circa 2 ore durante le quali le sensazioni sono state buone.
Ho pedalato con buona disinvoltura e con una gamba finalmente pienotta che mi ha reso felice e un attimo più sicuro di me dopo l'inverno poco proficuo nel quale poco sono riuscito a rendere.
Ho comunque un indecisione per la gara di domenica, una parte di me vuole andare mentre l'altra mi consiglia di rimanere a casa....vedrò il tempo e la voglia direttamente la mattina della gara...e deciderò al momento. .

mercoledì 19 marzo 2014

Settimana "corta"

Il dopo gara rimane sempre il momento più complicato : c'è la bici da pulire e revisionare, c'è l'abbigliamento da lavare e c'è da trovare il tempo per tornare in sella ....purtroppo impegni vari , lavoro , appuntamenti , sembra facciano apposta e mettersi tra me è la bici lasciandomi poco spazio spostando il grosso del lavoro nel week-end .
Forse domani sera rimetterò il sedere sulla sella sfruttando la poca luce serale in attesa dell ora legale che finalmente metterà fine a questa "agonia" lasciandomi almeno le due ora necessarie a compiere un allenamento decente, adesso con circa 45minuti di buono non posso di certo migliorare la condizione ma solamente fare un lavoro di "prevenzione" alla ruggine !!...
Arriveranno tempi migliori, devo solo aver pazienza...;-)

lunedì 17 marzo 2014

Granfondo Del Muretto di Alassio, ecco cosa ha funzionato e cosa no

Piccola analisi post-gara per mettere in luce ciò che è andato bene e ciò che è andato meno bene.
Ha funzionato : 
L'assetto della bici,è risultato perfetto al 100% con un equilibrio generale impeccabile.
La pressione delle gomme e la scelta di utilizzare i super collaudati kenda Karma che risultano insuperabili sui miei terreni abituali,hanno poi dimostrato di non temere le forature portandomi al traguardo in sicurezza nonostante alcuni passaggi "sporchi".
L'abbigliamento, memore della settimana scorsa ho optato per un look estivo senza maglia intima e tutto corto, perfetto anche in questa occasione.
La colazione, non ho stravolto le abitudini ed è filato tutto liscio , forse avrei potuto anticiparla di una quindicina di minuti,ma è comunque andata bene.
L'idratazione in corsa, ho bevuto circa 1L di acqua con un cambio borraccia a metà percorso che è risultato perfetto , tutto secondo i piani, come la scelta di tenere il portaborraccia più "pesante" per ovviare alla perdita ....ne ho visto un sacco in terra, e rimanere senza sarebbe risultato fatale.
La "strategia" di gara, ho dosato sapientemente le energie sfruttando al meglio il poco fondo a disposizione terminando la fatica con ancora buone energie, prendere una "cotta" sarebbe stato deleterio per i prosequo di stagione.

Cosa non ha funzionato:
Purtroppo il cambio , dopo un tamponamento ho avuto la spiacevole avventura di ritrovarmi,al primo passaggio sul 36, la catena nei raggi... Non è colpa mia, ma capita...
La partenza, non ho preso coraggio ed ho subito passivamente troppi sorpassi nel tratto di lancio, l'asfalto non è mai stato il mio pane ed anche in questa occasione non l'ho digerito.
Direi basta....è andato dunque tutto piuttosto bene, e spero di replicare domani a a Pontedassio in una gara XC che mi piace abbastanza, incrocio le dita e guardo avanti.

domenica 16 marzo 2014

90* assoluto

È andata bene, anche se poteva andare meglio....alla fine ho chiuso 90 su circa 400 partenti in una giornata soleggiata e calda caratterizzata da un piccolo episodio che ha compromesso una prestazione forse ancora migliore.
Partenza alle ore 10 con subito un passaggio in centro città che ha causato alcuni piccoli tamponamenti che solo alla prima salita ripida mi faranno capire l'entità del "danno"...
Procedo senza forzare sull asfalto iniziale cedendo molte posizioni a chi volendo osare di più può permettersi di aprire il gas, io sono consapevole delle mie forze e procedo con il mio passo anche se vengo sorpassato da elementi dal folto pelo e pelouche sul casco , inizia il primo single track e subito si forma una immensa colonna che mi serve solamente a tirare il fiato ed ad ammirare il panorama, i pelomuniti purtroppo rimbalzano sulle pietre come palline in un flipper facendomi mettere il piede in terra in posti dove si viaggia normalmente a più di 20kmh... Non mi arrabbio e procedo con filosofia sino al primo strappo secco dove spingendo il cambio sul 36 faccio cadere la catena nei raggi per colpa del famoso tamponamento che mi ha piegato il forcellino !! ... 
Scendo di colpo rimanendo calmo ma non è facile togliere la catena incastrata e tra una balle e l'altra perdo circa 20 posizioni che non sarà facile recuperare per uno nelle mie condizioni, mi faccio coraggio e riparto lavorando con il registro del cavo allento la tensione per scongiurare ulteriori disastri e comincio una rimonta difficile e stressante perché il percorso stretto e tortuoso non mi permette sorpassi limitando la mia abilità in discesa facendomi lavorare sodo solo in salita dove tocco vette cardiache molto vicine all infarto ...
Verso metà gara però mi si accende la luce verde ,ed un inaspettata gamba tonica condita ad un buon coraggio mi fanno rischiare molto ed osare un attimo di più portandomi a recuperare posizioni su posizioni senza avere comunque un calo fisico portandomi all arrivo in carrozza e senza troppa fatica, niente crampi e niente calo dunque con il solo rammarico per le posizioni "regalate" nel primo tratto , ma tutto comunque fa parte del gioco ed i se ed i ma non contano, conta solo il numero in classifica che oggi segna 90.
Sono contento, mi sono divertito e non ho fatto alcun errore, e guardo dunque fiducioso alla prossima gara che si svolgerà già domenica prossima, e spero di portare con me una buona condizione che sembra in crescita.

sabato 15 marzo 2014

Semi-pronto

Il numero è il 107, e non vorrei fosse un "presagio" relativo al mio risultato in classifica....
Fatto sta che oggi pomeriggio ho ritirato il pacco gara ed appiccicato il numero alla bici cominciando come al solito a formulare il "piano gara" facendo mente locale sui punti dove bere, alimentami, attaccare e difendermi , dal lato "teorico" sono prontissimo e tranquillo ma le preoccupazioni arrivano dal lato fisico con il quale non posso scherzare o raccontare storie, in uno sport di resistenza la tecnica non basta, ed io sono un attimo a corto di benzina , poco male, come al solito c'è la metterò tutta vendendo cara la pelle nella speranza di limitare i danni ed essere qua come stasera a postare qualche cosa di piacevole .... Io sono dunque "quasi" pronto...

mercoledì 12 marzo 2014

Momento difficile

Terminata la gara di Domenica con un bel "fuorigiri" nelle gambe , adesso la situazione in vista della Granfondo di Domenica si fa difficile .
Sono uscito ieri e sono uscito oggi con risultati abbastanza differenti , ieri la sensazione era quella di aver mangiato un bisonte e di aver attaccato dietro il carretto dei gelati....oggi , di aver digerito il bisonte e di aver venduto parte del carico ai turisti con una pedalata dunque più leggera ed una reattività maggiore.
La chiave del successo sta nel riuscire ad allenarsi riposandosi nello stesso momento in una sorta di uscita al risparmio con alcuni momenti intensi migliorando la tecnica nei tratti in discesa dove si pedala poco lavorando di scorrevolezza e di mestiere lasciando il cuore a riposo.
Ho anche lavorato sull assetto riportando equilibrio in sella gonfiando a 1,80 al posteriore lasciando a 1,65 l'anteriore e la lefty a 120psi trovando ottime risposte anche con il terreno più asciutto in vista di un evento polveroso durante il quale sarà difficile centellinare le energie, dovrò anche fare scorta di "gel" per alimentarmi a dovere nei pochi punti chiave del tracciato che già ho messo in mente, ora ancora un uscita nella serata di venerdì ,e poi riposo assoluto fino al momento del via.

martedì 11 marzo 2014

In gara: ecco cosa ha funzionato, e cosa no.

Tante competizioni alle spalle e tanti chilometri percorsi non sempre bastano per essere al riparo da alcune inevitabili "cappelle" che in gara si possono compiere, ed ecco che analizzando la prova di ieri mi vengono in mente alcuni episodi che hanno caratterizzato in positivo o in negativo la performance.
Cosa ha funzionato : 
Il riscaldamento,è stato buono ed accorto senza intaccare le poche energie a disposizione, sono partito da casa in sella ed ho portato poi in temperatura il corpo prima della gara con alcune progressioni ed esercizi di stretching che mi hanno consentito di esprimermi al massimo senza problemi.
La gestione della corsa, ho valutato molto bene i punti dove poter tirare il fiato e dove dare il massimo sfruttando al massimo la conoscenza del tracciato e del terreno.
L'assetto della bici, perfetta al 90% con un unico "neo" che inserirò nelle note negative, è andata benissimo lefty perfetta , freni ottimi , comoda, veloce , scattante, la solita ottima flash che conosco.
L'abbigliamento , sapendo ci sarebbe stato da sudare 7 camicie, ho corso in "full estate" tutto corto e senza maglia "della salute" mantenendo una temperatura perfetta in gara .
L'idratazione , ho bevuto costantemente ,anche se il tracciato non lasciava molto spazio a questo gesto ,riuscendo a terminare i miei 600cc di acqua scongiurando i crampi che in un paio di occasioni stavano arrivando a farmi visita.
La scelta dei rapporti, in barba a chi continua a pensare sia troppo duro, ho pedalato a meraviglia con il 36 anteriore riuscendo a recuperare in punti dove pensavo di avere problemi e dove invece inaspettatamente mi sono trovato a mio agio spingendo alla grande e pensando a quanto sia valida la scelta.
Gli occhiali, in corsa non li sopporto, e dopo che il sudore sporca la lente mi trovo sempre molto male , ho dunque fatto bene a lasciarli a casa gareggiando senza intoppi.

Non ha funzionato:
La pressione della gomma posteriore, un cambio ruota al mattino ha messo in crisi il mio sapere sul gonfiaggio lasciando l' 1,75 che ritenevo sicuro sul cerchio crest , anche sul cerchio arch commettendo un errore di valutazione che mi ha fatto sentire la ruota molla per tutta la gara con alcuni passaggi che mi hanno costretto a guidare molto più accorto del dovuto limitando i recuperi in discesa.
La colazione, purtroppo ritardando la partenza di 40minuti circa, il mio calcolo è saltato e nel finale di gara ho avuto alcuni stimoli di fame che non mi hanno certamente aiutato facendomi "divorare" un trancio di pizza appena tagliato il traguardo a segnale di uno stomaco troppo vuoto per rendere al meglio.
Integrazione, avrei dovuto portare un gel per rimanere più lucido nel finale, errore da non commettere più , anche per una gara corta come questa, figuriamoci in una Granfondo ....

E mi pare sia tutto....


domenica 9 marzo 2014

Fatica ed esperienza....

Buona la prima, 
Fortunatamente e con una buona dose di mestiere ho concluso la prima prova stagionale terzo di categoria e credo nei 20 assoluti riuscendo a limitare i danni portando a casa un risultato dignitoso a fronte delle pochissime ore di allenamento.
5 i giri da compiere con un tracciato spakka gambe che non sembrava mollare mai, ho imbroccato una giornata positiva e riuscendo a gestire molto bene le energie ho anche sorpassato qualcheduno recuperando inaspettatamente nei tratti ripidi dove io ed il mio fido 36 siamo andati molto d'accordo mentre la concorrenza procedeva con la bici a spinta a conferma della bontà delle mie scelte, proprio un rapporto perfetto per le gare XC.
Ho proseguito con regolarità senza forzare in discesa dove forse ho patito più del solito anche perché fin dal primo giro ho avuto la sensazione di aver perso pressione dalla gomma posteriore proseguendo così a "culo stretto" nei numerosi tratti rocciosi lasciando alcuni metri al nemico che ovviamente nulla ti regala ... 
Sono comunque molto contento ed il risultato è più di quello che mi aspettassi, ed ora si pensa già a domenica quando sarà Granfondo di Alassio con un impegno maggiore che spero di poter "domare"

sabato 8 marzo 2014

Sono pronto !

Ultimo sconsiderato allenamento oggi con più di due ore all attivo sul percorso che domani mi vedrà protagonista a partire dalle 12,30 con lo sparo del giudice darà il via alla mia ennesima stagione agonistica .
Ho fatto tanto oggi e mi sono anche spremuto per benino perché è inutile pensare di fare bene al primo colpo, e dunque tanto valeva godermi la giornata di sole e caldo con il percorso in condizioni perfette che di certo non riuscito ad avere in corsa quando sudore e fatica appanneranno ogni singolo movimento.
Il tracciato è davvero impegnativo, e pensare di sorpassare dopo una brutta partenza non è una buona strategia così cercherò di essere incisivo da subito facendomi forza e contando sulla perfetta conoscenza del territorio che da 22 anni mi tiene compagnia durante gli allenamenti e che conosco molto bene, certo che vedendo gli avversari sarà dura tenerli a bada e forse il solo cuore non basterà , e solo,una giornata di grazia potrà salvare la prestazione per poter affermare domani : buona la prima ...

venerdì 7 marzo 2014

L'ultimo raggio di sole

Uscita in tutta fretta questa sera con a disposizione solamente 1 ora scarsa per riuscire a definire le ultime modifiche in vista della gara di domenica , ho anche avuto il tempo per provare la Lefty "rigenerata" e devo ammettere che il miglioramento è stato del 100%, ora funziona davvero molto bene la bici è profondamente cambiata , più reattiva, precisa e veloce, direi perfettamente pronta a partire per questa stagione 2014 che stenta a decollare.
Ho nel complesso avuto buone sensazioni anche se la tenuta sulla distanza mi mette in ansia soprattutto su di un percorso nervoso e duro come quello di Laigueglia, ma oramai il dado è tratto e la temperatura in aumento, e dunque bando alle ciance, sono pronto !

giovedì 6 marzo 2014

EmporioBike ha fatto centro ;-)

Lefty nuovamente a posto e diagnosi azzeccata in pieno con il "solo air" colpevole del piccolo malfunzionamento per il cedimento di una piccola molla interna che regola il passaggio dell'aria .
Dopo una breve prova ho dunque ritrovato un funzionamento perfetto ed un feeling immediato dettato da un lavoro eseguito a regola d'arte , molto bene , e domai sera ,orario permettendo , sarò in sella a verificare la pressione di utilizzo con una piccola ricognizione del tracciato di gara che mi permetterà di capire anche le reali condizioni del terreno che dovrebbe presentarsi assolutamente perfetto, vento e caldo stanno asciugando alla grande lasciando spazio alla polvere che aimè,..sono pronto a respirare !!...

mercoledì 5 marzo 2014

Solo air ?

La Lefty è nelle mani esperte di Claudio (Emporiobike) che già con una analisi "a freddo" ha imputato parte del malfunzionamento al reparto "solo air" che potrebbe non avere un ottimale tenuta provocando una semplice migrazione di aria risolvibile con una sostituzione di alcuni "o ring".
La parte idraulica sembra ok, ma solo sezionando le parti si avrà una completa visione del problema che spero venga risolto senza intoppi.
Purtroppo già pedalo poco, e se ancora devo farlo "male" e con il pensiero fisso sul problema, mi passa la voglia !!...
Se il tutto viene messo in ordine per giovedì, venerdì sera uscirò per testare la pressione e per verificare il comportamento in vista della gara che si preannuncia calda sia per il clima mite che per il parterre di atleti presenti che già mi spaventa non poco...chiederò aiuto alla divina provvidenza o forse meglio al
 "Divino Otelma"...

lunedì 3 marzo 2014

Problema lefty

Purtroppo mi aveva già dato segnali non proprio positivi nei giorni scorsi, e dopo il giro di domenica ho nuovamente controllato la situazione scoprendo che un problema c'è .
Credo si possa trattare di una mancanza di olio nella cartuccia perché nella prima parte di corsa il funzionamento non è regolare ed il ritorno ha un incertezza proprio nella parte alta con un piccolo "tac" poco rassicurante, mi dispiace molto che non sia durata molto dopo la visita da +88 anche perché la spesa non è stata proprio "leggera", ora valuterò il da farsi ma probabilmente mi affiderò ad Emporio Bike per una visita specialistica ben più vicina senza bisogno di corrieri, spedizioni e tempi ben più lunghi di attesa visto che siamo in stagione e già posso pedalare poco , e se ancora ci si mette un incidente meccanico posso anche direttamente darmi all ippica !!! ...
Questa lefty non mi ha soddisfatto in pieno ad essere sincero , e non escludo un "colpo di testa" dei miei per liberarmi definitivamente di questa stampella passando a qualche cosa di più tradizionale e semplice....

domenica 2 marzo 2014

A piccoli passi

Ancora un paio di uscite ed ancora un pochino di gamba in più con la consapevolezza però di non avere la tenuta necessaria per fare bene.
Venderò comunque cara la pelle domenica prossima in occasione dell XC di Laigueglia dove mi presenterò ai nastri di partenza ,tempo permettendo, provando a non deludere amici e parenti che sempre credono ed hanno creduto in me.
Oggi ho rifinito l'assetto trovando un ottimo feeling con la bici che comunque rende sempre meglio in funzione della condizione che cresce, molto bene anche sella e reggisella a conferma che la "tune" si sposa alla perfezione con il mio style riuscendo a rendere l'uscita ancora più piacevole.
Spero in settimana di essere in sella ancora un paio di volte alla sera per rendere ancora più tonica la gamba che comunque non mi ha deluso...anzi....

Procedo

Continuo con discreta regolarità gli allenamenti alternando come sempre uscite redditizie ad altre meno felici, affrontando comunque questa ...