martedì 29 luglio 2014

Mi gioco tutto sul "34"

alla luce delle mie ultime prestazioni ho cominciato ad analizzare alcuni aspetti delle "debacle" carpendo alcuni segnali negativi che provengono proprio dal reparto trasmissione e dalla corona da 32 con la quale sento di litigare non poco, con il passare dei chilometri mi sono accorto di quanto questa non faccia al caso mio rendendo la pedalata troppo "vuota" per uno come me che non ha mai avuto nell agilità il suo punto di forza, inutile dunque insistere e tanto vale cambiare per riuscire ad essere più incisivo andando a lavorare con maggiore intensità .
Purtroppo dalle misurazioni fatte non posso montare un 36 ,mia corona preferita, perché in questa configurazione andrebbe a toccare sul fodero, e dovrò dunque ripiegare su di un 34 che spero dia i risultati sperati ....

lunedì 28 luglio 2014

Si cambia marcia ...

Passato il "temporale" ricomincia adesso il lavoro di ricostruzione che prevedo sarà lungo e laborioso.
Dovrò ricominciare ad inserire uscite lunghe e faticose cercando di essere molto più incisivo sui lavori che ultimamente si sono fatti troppo blandi, ho anche una mezza intenzione di partecipare alla Granfondo di Pietrabruna che si disputerà il 10 Agosto prendendola come un buon allenamento "tirato" in vista poi nel mese di settembre che vedrà l'inizio del giro della provincia di Savona al quale potrei e vorrei partecipare.
Le idee ci sono e la voglia di rimettermi in carreggiata anche, vediamo se riuscirò ad essere nuovamente incisivo mettendo anche in atto una modifica sulla bici che mi frulla in testa da un po'.

domenica 27 luglio 2014

La gara non fa sconti....nemmeno a me....

Giornata difficile, più del previsto, nessuno sconto di pena ed un risultato che parla da solo : ritirato al terzo dei sei giri previsti.
Non ricordo un mio ritiro ad una gara, in un modo o nell altro sono sempre giunto al traguardo, ma oggi con le gambe più molli della storia del ciclismo ho percorso gli ultimi metri in un agonia totale e con un appannamento tale da alzare bandiera bianca senza indugiare più di tanto.
Ma veniamo al racconto gara....
Preliminari eseguiti come al solito con un pochino di riscaldamento cercando di testare la gamba che sinceramente avrei detto fosse ok, ho anche effettuato un giro di prova del percorso che avrei detto fosse abbastanza adatto alle mie caratteristiche , un bel XC "puro" con salite toste ma brevi ed un paio di tratti in falsopiano come piacciono a me e che sotto i baffi mi hanno fatto ben sperare.
Chiamata del giudice dunque verso le 11 e pronti via sono circa in 15ma posizione, cerco di non strafare e sento buone sensazioni azzardando anche un paio di sorpassi, in discesa sono lucido ed i tratti duri li affronto in sella , bene penso io, ed il primo giro passa veloce e con la vista intravedo anche un bel gruppetto davanti a me che fantastico di andare a raggiungere nella tornata successiva, purtroppo però già verso la metà sento di essere un attimo "fuorigiri" e tento di chiudere il gas , ma forse è tardi e pian piano la sensazione di spossatezza si impossessa di me, faccio un paio di errori in discesa che mi segnalano che non sono più lucido e di come da li a breve sarebbe stato il prosequo della gara : un agonia !!... 
Infatti provo a reagire, stringo i denti il manubrio e le chiappe , ma non basta .... Chiudo il secondo giro tra i tifosi che mi incitano e che credono ancora in me nonostante proceda come una lumaca ferita e per rendere loro giustizia tento un improbabile terzo giro che chiudo con un tempo spaventosamente alto lasciando ai più freschi gli onori della gloria mentre per me rimane il giudizio inflessibile della classifica e dei familiari che mi consigliano caldamente di tentare la strada delle bocce.
Chiudo dunque in negativo ancora una domenica con la consapevolezza di dover prendere seri provvedimenti per poter tornare quantomeno in una forma decente perché così faccio solo ridere.


sabato 26 luglio 2014

Frettolosi preparativi

La vigilia di una gara, grande o piccola che sia, porta sempre con se un pochino di scompiglio fisico e mentale.
Come al solito ho dunque cercato di mettere in sesto la bici procedendo con i lavori di routine per scongiurare problemi durante la competizione, ho montato la gomma nuova all anteriore lasciando aimè dietro una sorta di "slik" da pista pieno di liquido anti foratura ed un rosario nella speranza di non dover abbandonare prematuramente la corsa.
Anche se il luogo è vicino andrò questa volta in macchina perché il tempo a disposizione è sempre scarso e non voglio dunque approfittare della pazienza dei miei cari che ben sopportano e supportano la mia passione.
Voglia a 1000 di gareggiare dunque con la speranza di riuscire ad essere un pochino competitivo e di portare a casa una bella domenica di sport premiando con la mia partecipazione l'organizzazione dell evento che come al solito mette tanto impegno e passione per permettere anche a noi amatori di passare una giornata da campioni.

venerdì 25 luglio 2014

Negozi online ? Mai più in Italia....

Troppe esperienze negative e troppo "rischioso" comperare in Italia ....
Infatti dopo l'ultima disavventura che mi è capitata in questi giorni ho deciso di mettere la parola fine agli acquisti nel nostro paese che a quanto pare ama lamentasi tanto offrendo un servizio decisamente scadente.
Non farò nomi e non parlerò nello specifico anche perché ho avuto più di una disavventura e dunque non sarebbe bello puntare il dito solamente verso l'ultimo accaduto che inizia così : 
Venerdì scorso decido di comperare una coppia di gomme e comincio il consueto consulto online, le trovo in Germania da "Starbike" a circa 36€ , è un negoziante serio ed affidabile al quale già in passato ho dato fiducia trovando i a meraviglia, il dubbio però è legato al fatto che non sono sicuro mi arrivino per questa settimana e decido dunque di comperare in Italia dove, a fronte di un prezzo maggiore di quasi 6€ a gomma, sono quasi certo di un arrivo solerte con relativo tempo poi a disposizione per montaggio,collaudo latticizzazione .... Procedo dunque e pago ( unico dovere del cliente) e comicio ad attendere.... Ovviamente passano il sabato e la domenica e da lunedì comincio a sperare...purtroppo però il pacco arriva il mercoledì pomeriggio che non è poi così tardi ma nemmeno così presto come speravo ed in ogni caso volo a casa per procedere con i lavori perché il tempo a disposizione tra lavoro e bambino è sempre di meno, entro, apro e con grande sorpresa cosa trovo ??.....una sola gomma !!
Ma porca pupazza dico io, ho una gomma tagliata ed una liscia come una suola , e adesso che faccio ? Domenica come gareggio ? .... Contatto il titolare che gentilmente si scusa e mi dice che la spedirà il giovedì mattina, con però scarso risultato visto che oggi nulla è arrivato....forse arriverà lunedì dopo ben 10 giorni di attesa !!!... Altro che Germania, le avrei potute ordinare anche il America e sarebbero arrivate con lo stesso ritardo ....ora così mi ritrovo "cornuto e mazziato" senza gomma e con una spesa maggiore di 12€ , il tutto per aver dato fiducia al commercio online "nostrano" che sinceramente dopo questa ennesima disavventura ha chiuso definitivamente con me : prezzi più alti e servizio scarso sono la chiave dell insuccesso, e questo capita in un momento di crisi nel quale ogni cliente deluso è un cliente perso ed un piccolo passo verso il fallimento.

Fuck!!!

giovedì 24 luglio 2014

Castelvecchio rock bike 2014

Ci riprovo...
Dopo la "mazzata" del campionato Regionale, non sono ancora domo ed ho deciso di prendere nuovamente il via ad una competizione locale in programma Domenica mattina.
La condizione è quella che è, ma la voglia di essere al via cresce con il passare dei giorni e dunque sono quasi sicuro di far parte del drappello di impavidi corridori che sfideranno il caldo torrido di questo fine luglio.
Sono pronto ad ogni risultato e consapevole di poter trasformare la competizione in una divertente occasione per mettermi in gioco cercando comunque un buon risultato in sella alla performante F 29 Team Replica che per l'occasione sarà gommata al 100%...speriamo in bene.

lunedì 21 luglio 2014

domenica 20 luglio 2014

"Viaggia" che è un piacere

Era dalla prima uscita che non provavo simili sensazioni con una gamba tonica , un ottimo fiato ed una brillantezza tale da potermi permettere il gas aperto molto più dello sperato con sensazioni uniche che si provano solamente in queste giornate di grazia.
Ho dunque messo alla corda la flash carpendo ogni singolo suo segreto e venendo a capo di un gomitolo ingarbugliato oramai da tempo che si è sciolto oggi dunque come neve al sole in una domenica dalle tinte forti e dal sapore decisamente dolce nella quale tutto è andato bene in un crescendo di emozioni che mi hanno fatto eleggere la bici come migliore di sempre.
Non avevo dubbi, ma alcune situazioni passate e la scelta di gomme poco felice mi avevano messo alcuni dubbi in testa che fortunatamente oggi sono venuti meno confermando la bontà della nuova lefty e delle magnifiche ruote enve che vanno condotte da mani sapienti per esaltare tutto il loro immenso potenziale, sono soddisfatto al 100% e mi auguro di proseguire adesso con questo stato di grazia ancora per molto in barba alle gambe molli delle scorse settimane.

mercoledì 16 luglio 2014

La gomma anteriore che non vol"EVO" :-(

Serata in sella con una breve sessione di allenamento complice anche un antipatico incontro con una piccola radice che ha messo rapidamente ko il fianco del copertone RR "evo" che monto all anteriore ...purtroppo la versione non snakeskin porta con se limiti incredibili nelle nostre zone mettendo sempre a rischio le uscite riuscendo anche a rovinarle come è successo ieri sera, pazienza ....ora mi procurerò una coppia di nuove gomme cambiando anche il nastro paranipless durante le operazioni di smontaggio...si, ma che palle !!...

lunedì 14 luglio 2014

ENVE Wheel Backpack from ENVE Composites on Vimeo.

Quelle strane sensazioni.

Consigliare una gomma è forse una di quelle richieste "impossibili" alle quali spesso vengo messo in appello se non altro per la mia lunga esperienza, purtroppo le variabili sono davvero tantissime ed indicare un modello polivalente non è facile.
Oltretutto con l'avvento dei cerchi in carbonio la forbice si è ancora allargata mescolando ancora le carte già ben miscelate tra di loro mettendo dunque ancora più a dura prova ogni mia certezza passata, è infatti storia recente il mio cambio di gomme (kenda karma -racing ralph snakeskin ) per riuscire a venir fuori da una situazione ingarbugliata e complessa dalla quale ho avuto non pochi grattacapi.
Tutto è nato il giorno della prova Flash 29 team parecchi mesi fa della quale ricordavo nitidamente di aver guidato una bici sorprendemente scorrevole , precisa in discesa e con un buon "passo" generale unità ad una bella sensazione di solidità generale......purtroppo prendendo in mano la nuova bici non sono mai riuscito a ritrovare questa sensazione "ballando" troppo nelle situazioni di fuoristrada e notando una scorrevolezza non eccezionale nei trasferimenti, giocando con il manometro ho sempre avuto la sensazione di "coperta corta" andando ad escludere un beneficio a discapito magari della scorrevolezza rischiando anche, sgonfiando troppo, di far danni ad un cerchio...fortunatamente e caparbiamente sono tornato a montare un a coppia di gomme sopracitate ritrovandomi come per magia nella situazione di grazia provata mesi fa....
Sono dunque scompare in un attimo le mie certezze sui kenda che tanto ho amato con i cerchi in alluminio aprendomi gli occhi su di un nuovo orizzonte carbonio che a mio avviso chiama gomme più generose rispetto al passato andando a mettere ancora una volta tutto in discussione....ed ora si "litiga" con le pressioni, ma per fortuna già un grosso passo avanti l'ho fatto !!..

BMC Racing Cup 2014 - Sonntag, 13. Juli 2014

domenica 13 luglio 2014

Meglio oggi di ieri

Un paio di uscite in questo week end hanno saputo rimettere il sorriso sulle mie labbra con la giornata di ieri un pelo meno brillante di quella odierna.
I miglioramenti ci sono anche se la strada sembra davvero lunga, e sinceramente non mi sarei aspettato di dover ricominciare da zero dopo un periodo di stop relativamente breve.
Pazienza, ora che la strada sembra essere meno irta la voglia cresce e dunque mi sto facendo forza per tornare ad un buon livello.
Ho avuto anche la possibilità di provare la bici in configurazione Racing Ralph,  e devo ammettere di aver ritrovato un feeling che credevo perduto.
Ottimo....a breve cercherò di postare le differenze con i sempreverdi Kenda Karma che purtroppo con i cerchi Carbon non vedo sposarsi.

venerdì 11 luglio 2014

Scopa nuova....scopa bene...

È passato circa un mese dal passaggio al modello "team" di casa Cannondale che ha portato ,come scritto in precedenza, un ondata di freschezza senza stravolgere troppo le sane abitudini .
Si tratta dunque di una sola evoluzione del modello precedente che deve il suo maggiore upgrade alle ruote in carbonio che rendono la bici più reattiva e maledettamente precisa al punto di dover trovare nuovi parametri e riferimenti di guida in discesa dove le ruote in alluminio avevano sicuramente un feeling più immediato ed una maggiore facilità d'uso .
Purtroppo anche le pressioni gomme con nuovi riferimenti, risultano di difficile interpretazione , rendendo il lavoro lungo e non facile con la mia condizione fisica non perfetta che poco lascia trapelare e che mal si presta a test di qualità.
Quello che ho intuito è che forse le gomme Kenda non siano il top per questo tipo di cerchi che a mio avviso "chiamano" una sezione appena maggiore ed una spalla un minimo più robusta per contrastare la forte pressione esercitata dal granitico Enve in carbonio.
Molto bene il gruppo XX1 che si è rivelato una scelta ai massimi livelli : silenzioso, preciso , morbido e incredibilmente efficace in XC dove il monocorona oramai detta legge , ed in questa versione "race only" poi mi piace alla grande , molto ma molto valido.
Per il resto la bici rispecchia le ottime qualità della sua sorellina con la quale mi sono sempre trovato bene e che avrei tenuto non avessi avuto questa occasione.....lo so, è uscito il modello nuovo ed avrei potuto fare il passo più lungo....ma sarebbe stato più lungo della gamba e sinceramente non avrei ne potuto ne voluto ....in futuro chissà....intanto mi godo questa magnifica creatura che fila come un treno e che brilla come un diamante...GO GO F29 !!

mercoledì 9 luglio 2014

Timido sole

Un timido sole si intravede all orizzonte con un minimo di freschezza in più ed una ritrovata voglia di faticare che ben fa sperare.
Il merito è da attribuire anche alla nuova F29 che è arrivata a sostituire la sempreverde flash dalla quale ho avuto tanta gioia e zero dolori.
Ho mantenuto lo stesso "cavallo" andando praticamente ad upgradare la lefty, il reparto trasmissione e le ruote mettendo dunque un po' di pepe e di racing in più .... Ovviamente il motore è sempre quello che conta, ed in questo periodo di "magra" non sono riuscito ancora a cogliere il meglio, ma confido nel futuro per poter poi procedere con una prova comparativa con i pro ed i contro dell operazione..

domenica 6 luglio 2014

Doppia uscita con timidi segnali positivi

Sabato e domenica in sella con due uscite abbastanza lunghe nelle quali sono riuscito ad avere sensazioni anche positive riuscendo quindi ad intravedere un bagliore di luce in fondo al tunnel.
Cercherò dunque di proseguire in questa direzione pedalando ancora in settimana alla ricerca della condizione perduta, la quale al momento non mi lascia nemmeno divertire più di tanto in discesa dove trovo più difficoltà del previsto.
Comincia dunque domani una settimana decisiva nella quale capire se sono dentro oppure fuori, pianificando poi in base a questo gli appuntamenti agonistici futuri, e la novità annunciata ? .... Ancora un attimo di pazienza ...tutto potrebbe risolversi a breve, incrociamo le dita ;-)

venerdì 4 luglio 2014

È su tutti i giornali....


Cerchiamo di riderci sopra.....intanto da domani si riprende a pedalare seriamente con una "news" quasi pronta per essere divulgata...stay..

mercoledì 2 luglio 2014

Più dura del previsto

Forte delle contromisure adottate, questa sera ho fatto un semplice giretto stradale constatando quanta fiacca sia la mia pedalata e quanto fiato in più mi serva per fare cosa che ero abituato a gestire con facilità , ho paura non sarà facile anche a livello psicologico riprendermi da questo momento molto buio nel quale al momento non intravedo alcuna luce.
Mi spiacerebbe ripresentarmi in griglia con poche speranze nell prossime contate gare che mi separano dalla fine stagione agonistica , certo è che trovo ci sia davvero tanto da recuperare, ed in tempi brevi è difficile allenarsi riposandosi... Pace.

martedì 1 luglio 2014

Si passa la "contrattacco"


Dopo la scandalosa performance di ieri, ho cominciato a prendere le contromisure per cercare di tornare a pedalare in modo decente in tempi relativamente brevi.
Si parte con una dose massiccia di potassio e magnesio per rimettere il fisico in palla per poi passare ad una fase di integrazione con vitamina B , ferro e aminoacidi ramificati, se non dovesse bastare ho poi l'indirizzo di un valido medico spagnolo che dicono faccia miracoli....chi la dura la vince !! #fanc***

Procedo

Continuo con discreta regolarità gli allenamenti alternando come sempre uscite redditizie ad altre meno felici, affrontando comunque questa ...